Riconoscere i disturbi glutine correlati

L’intolleranza al glutine può presentare diversi sintomi come dolori e gonfiore addominale, diarrea, emicrania dopo il consumo di alimenti contenenti glutine, come pane, pizza e pasta. Ma spesso la correlazione tra glutine nell’alimentazione e tali sintomi non è riconosciuta. Questi potrebbero essere, infatti, un segno di intolleranza al glutine. Ecco il video che fa più chiarezza.


Il Dr. Schär Institute, fondato nel 2011, funge da centro di competenza per gli esperti. L’Istituto lavora a stretto contatto con scienziati leader e offre consulenza a esperti nutrizionisti e medici sulle questioni relative ai disturbi dovuti al glutine.

Che cos’è il glutine?

Che cos’è il glutine?
Il glutine è una proteina presente in alcuni cereali quali frumento, avena, orzo, segale, farro, kamut, spelta e triticale. Il valore nutrizionale del glutine è molto scarso. La funzione principale svolta da questa proteina, infatti, è quella di “collante”, ossia di tenere insieme la farina di grano per consentirne la panificazione.
Continua

Intolleranza al glutine

Intolleranza al glutine
In base alle ultime scoperte scientifiche, si distinguono tre forme di disturbi correlati al glutine: celiachia, allergia al frumento e sensibilità al glutine. In particolare, nel caso della celiachia e della sensibilità al glutine i sintomi sono molto simili, come ad esempio dolori e gonfiore addominale, stato di malessere generale e emicranie.
Continua

Che cosa si può fare?

Che cosa si può fare?
In occasione della "Terza Settimana nazionale delle Intolleranze al Glutine“ DS ti offre consulti telefonici gratuiti con esperti gastroenterologi e dietisti per fare chiarezza sui disturbi correlati al glutine. Nel caso in cui questi disturbi siano frequenti, è consibliabile consultare dopo il consulto telefonico, uno specialista (gastroenterologo).
Continua